Travel
BLOG PRESS ROOM

AGENZIE DI VIAGGIO: IN TRINCEA AL FIANCO DEI VIAGGIATORI

L’emergenza Coronavirus rimette al centro il ruolo degli agenti di viaggio e della loro professionalità.

Da quando è iniziata l’emergenza sanitaria da Covid19, oltre un mese fa, le oltre 8000 agenzie di viaggio italiane, prima delle zone rosse e ora di tutta Italia, stanno lavorando 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per organizzare i rientri dei propri clienti, per riorganizzare le partenze di chi doveva partire e per dare supporto a tutti coloro che ne hanno bisogno.

Professionisti in trincea, a volte psicologi, che non hanno smesso di fare il proprio lavoro nonostante lo debbano fare da casa o da agenzie a porte chiuse. Un lavoro snervante, pieno di incognite per i continui cambiamenti (Paesi che chiudono, compagnie aeree che hanno cancellato voli da e per l’Italia, policy diverse in base agli operatori o ai DMC utilizzati, comunicazioni errate date da alcuni organi di stampa o da associazioni dei consumatori, il poco supporto della Farnesina che ha dimostrato la propria inadeguatezza diplomatica e operativa). Una situazione che ha rimesso al centro le agenzie di viaggio, negli ultimi anni bistrattate e considerate superate, a favore del fai da te e dell’online. Ma oggi, nell’emergenza sanitaria in cui si trova l’Italia e non solo, il ruolo dell’agente di viaggio è tornato di primo piano. Proprio per questo e per l’attenzione che abbiamo sempre avuto, nei confronti di una figura professionale, come quella dell’agente di Viaggio, non possiamo non riportare le parole del Presidente del Gruppo FTO (Federazione Turismo Organizzato aderente a Confcommercio Imprese per l’Italia) Franco Gattinoni:Gli agenti di viaggio e i network stanno lavorando giorno e notte per stare al fianco di clienti e viaggiatori. Stiamo risolvendo le problematiche più disparate: clienti che devono rientrate da Paesi che hanno chiuso le frontiere, l’organizzazione di rientri in Italia da Francia, Svizzera e Olanda dove alcuni vettori hanno riprotetto i voli cancellati verso il nostro Paese. Tutte attività lasciate alle agenzie che le stanno risolvendo sia a livello organizzativo sia a livello economico. Un impegno che le sta mettendo in ginocchio. Ma non molliamo perché questo è un lavoro che abbiamo sempre fatto non solo per soldi, ma soprattutto per passione e per amore della nostra professione”.  Ma è proprio in questo momento così duro per uno dei settori più colpito che il pensiero del dott. Gattinoni mi colpisce molto, le sue parole sono dure e veritiere, sono come frecce lanciate in un grido di aiuto.  “Le agenzie stanno ricevendo moltissime richieste da parte di chi si è mosso da solo e non sa come tornare a casa. Tutti si stanno ricordando di avere un amico agente di viaggio e lo stanno contattando per avere aiuto e supporto in questa situazione di assoluta emergenza. Nessuno si sta tirando indietro e stiamo aiutando tutti. Speriamo che dopo questo periodo ci si ricorderà delle agenzie di viaggio e del supporto che possono dare invece di ritornare al fai da te nella speranza di risparmiare 20 euro…”,

Oltre al supporto ai viaggiatori, Gattinoni è in prima linea, con le associazioni di categoria e con FTO/Confcommercio Imprese per l’Italia, per sottolineare come questa situazione stia portando e porterà a un collasso del mercato turistico e degli eventi. Un problema che genererà gravi danni sia a piccoli e medi imprenditori sia a grandi aziende del comparto turistico, del business travel e della event industry. “Stiamo lavorando affinché vengano considerate misure economiche straordinarie e urgenti che il Governo deve adottare nel minor tempo possibile. Abbiamo ancora poco tempo e poco ossigeno per le nostre aziende e per i nostri dipendenti, il patrimonio più importante nella nostra attività”, chiude Franco Gattinoni.

Un appello che non può rimanere inascoltato, in questi giorni rimbalzano sui social post della caratura: “se usciamo da questa situazione mangio italiano, compro italiano e viaggio in Italia, io aggiungerei anche….acquisto il mio viaggio in Agenzia di Viaggi, perché dopo tutto in questo momento, l’unica figura professionale che sta aiutando i viaggiatori a rientrare in Italia, a non perdere gli acconti è solo ed esclusivamente l’agente di viaggio e non un freddo portale. Restare uniti oggi è la cosa fondamentale, sostenere le #Agenzieviaggi lo è ancora di più!

Related posts

Digital PR e Business Portait, per aumentare la popolarità

Samanta Bastianelli DigitalPR

Non chiamatela solo Lead Generation

Direzione Amministrativa

REGALI DI NATALE ONLINE, CON I CONSGILI DI INVOGA MAGAZINE

Samanta Bastianelli DigitalPR

Leave a Comment

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu stia bene con questo, ma puoi rinunciare se lo desideri. Accept Read More